Come lo costruisco

Si definisce l’utilizzo: da corsa, da passeggio, con contropedale o scattfissco e tutte le sfumature possibili.

Dopo la meccanica, si passa all’estetica a cui è strettamente connessa, per adattarne l’utilizzo.

L’attenzione per i dettagli e la cura dei particolari non bastano, la bicicletta nel suo insieme deve essere omogenea, in perfetto equilibrio in ogni sua parte.

Ogni singolo pezzo è realizzato artigianalmente, dal telaio alla sella.

Non esistono due biciclette uguali.

Ogni bicicletta è costruita in base alle esigenze della persona, al suo stile, carattere e  abitudini, per viverla e indossarla quotidianamente.

Dove vivo

Ferrara è la “città italiana delle biciclette” con il maggior numero di ciclisti, traguardando anche i migliori livelli europei dell’Olanda e di città come Copenaghen.

Ad ogni accesso della città è posto un cartello con la scritta “Ferrara città delle biciclette” seguito dalla citazione dell’adesione alla rete europea delle città amiche della bicicletta “Cities for Cyclists” e dal riconoscimento Unesco di città patrimonio dell’umanità.

Grazie al suo impianto rinascimentale, la città storica è considerata come unità urbanistica che privilegia l’integrazione della componente ciclistica.

ENGflag